La moglie esibizionista

Ho sempre saputo che a mio marito piaceva quando gli altri uomini mi guardavano. Lo eccitava. Spesso lo accontentavo. Quella volta avevamo i ponteggi montati dagli operai in quanto dovevamo rifare la facciata dello stabile dove abitiamo. Noi abitiamo al 7 piano. La ditta dei lavori montò dei ponteggi che in pratica vivevamo con gli operai in casa! E io non mi feci sfuggire l'occasione. Era estate e faceva molto caldo.Quel giorno indossai un vestitino da casa che dire corto era già troppo, con un perizoma da urlo e naturalmente senza reggiseno . Ero molto abbronzata, una "negretta".Quando venne mio marito a pranzo dopo l'ufficio ci sedemmo insieme a nostra figlia in cucina e iniziammo a mangiare. Intanto gli operai avevano iniziato a lavorare dopo la loro pausa pranzo. Sia alternavano tra loro, operai di tutte le età. Una volta finito il pranzo preparai il caffè e mi venne naturale offrirlo anche ai due operai che in quel momento stavano lavorando alle finestre di casa mia. Loro accettarono volentieri. Una volta in casa notai subito che il mio vestitino non passò inosservato, mi stavano mangiando con gli occhi. A mio marito non sfuggì... Ci sedemmo a prendere il caffè e io feci in modo di sedermi davanti a loro accavallando le gambe in maniera superba lasciandoli vedere ciò che loro desideravano vedere. Non staccavano gli occhi dalle mie gambe . Allora con la scusa di vedere i lavori eseguiti, andai ad affacciarmi alla finestra. Sporgendomi il mio vestitino salì vertiginosamente lasciandomi scoperto completamente il culetto che a causa del perizoma ridottissimo era del tutto scoperto. Non so come fecero a non saltarmi addosso.Stavano letteralmemnte sbavando...Mio marito era al settimo cielo. Se mi fossi avvicinata ad uno di loro e gli avessi fatto un pompino sarebbe stato felicissimo. Non nego che ero tentata, nel vederli così sudati, sporchi, a torso nudo, ma non ne feci di nulla...Sbagliai?

Commenti

Post popolari in questo blog

Porno per lei: dove trovarlo?

Una storia eccitante

La prima volta in cui l'ho preso nel culo