Finalmente con un trans

Sabato 19 giugno 2004 l'ho fatto. Dopo averlo pensato per tanto tempo ed essermi data piacere pensando di farlo sabato notte finalmente ho avuto il coraggio di farlo. Mi chiamo Luisa ho 26 anni e sono fatta discretamente bene ho un bel seno non grosso ma sodo, e sicuramente ho un bellissimo sedere. Da ormai diversi anni ho un sogno erotico nel cassetto, fare l'amore con un Transessuale. Venerdì sera tornavo a casa verso l'una e sono passata da una strada dove in un tratto che c'è molta prostituzione e ci sono anche i transessuali. Sono arrivata cercando di nascondere i miei capelli lunghi, e girando lo sguardo ogni volta che incrociavo una macchina, poi l'ho visto un fisco bellissimo, capelli neri lunghi un seno da primato era un mulatto bellissimo e alto almeno 1,80, truccato da donna, ma lasciava trasparire la sua mascolinità. Mi sono fermata aprendo il vetro, lui si è affacciato dichiarando 20 di bocca 30 l'amore, il suo accento dichiarava l'origine brasiliana. Poi i nostri occhi si sono incrociati e lui mi ha guardata tutta nonostante il buio e mi ha detto "con te 50 a casa mia " ed a aperto la portiera entrando, non sono riuscita a dire una parola. Lui, Lei ha preso le redini del gioco, mi ha detto il nome di una località a una ventina di km. "poi ti spiego bene la strada". Io non ero ancora riuscita a dire una parola, ma guidavo verso la sua casa. Poi la sua mano si è appoggiata sulla mia coscia e ha cominciato ad accarezzarmi risalendo sempre di più verso le mie mutandine, ero completamente in sua balia, volevo dirli di smettere ma nello stesso tempo era eccitatissima lui è arrivato fino alle mutandine a saggiare la mia eccitazione e poi si è ritirato restando a solleticare le cosce nude. Mi ha fatto parcheggiare vicino ad un parco che abbiamo attraversato insieme fino ad arrivare sul retro di una casa dove siamo entrati. Può sembrare incredibile, ma ancora non avevo detto una parola. Abitava in un bilocale formato da una sala con angolo cucina e da una camera con ammesso il bagno, mi ha offerto da bere della vodka ed è andato a fare la doccia. Non sapevo se scappare o restare lì ma due bei bicchieri di vodka mi hanno indotto a pensare che ormai dovevo andare fino in fondo. È uscita vestita in uno splendido e sexi completo intimo è venuta dritta verso di me, e mi ha baciata sulla bocca, il sapore del rossetto, e del tabacco della sua lingua mi ha colpita come una scarica elettrica. Siamo andati in camera dove lui mi ha detto di spogliarmi ed io l'ho accontentato fino a rimanere completamente nuda davanti a lui. Le sue mani correvano sul mio corpo, su i capezzoli duri e sensibili, e sul mio sesso completamente aperto e bagnato. Mi ha fatto distendere ed allargare le gambe, ero completamente aperta davanti a lui. La sua lingua mi ha toccato la passerina e mi ha dato un forte piacere, dopo pochi secondi sono venuta, in modo incredibile, gli ho preso i capelli e ho strusciato la passerina sulla sua faccia. Si è alzato dalle mie gambe con un sorriso ed è venuto verso me, in quel momento ho sentito la sua cappella appoggiarsi sulla passerina aperta, lentamente, ma inesorabilmente si è fatto strada dentro di me. Lo sentivo dentro di me, incredibilmente grosso e lungo, riempirmi tutta. Ha cominciato a spingere fino a toccare le ovaie dandomi dolore. Il piacere di sentirsi impalata da un uccello del genere era incredibile. Il suo ritmo lento, profondo e implacabile, mi dava sensazioni che arrivavano al dolore. Il suo seno contro il mio era una perversione mentale e fisica. Sono venuta sotto di lui dimenandomi come una pazza cercando di far uscire dal mio corpo il suo cazzo senza riuscirci, anzi provocando delle penetrazioni incredibili. Sono quasi svenuta dal godimento non so né quanto e cosa o gridato. Lui era ancora su di me, dentro di me che mi guardava soddisfatto. Si è alzato in piedi, e mi a chiesto di succhiarlo. Solo allora ho visto la sua bellissima virilità. Ho iniziato a leccare, e succhiare i miei umori sul suo cazzo di davano un sapore meraviglioso Dopo un po' che stavo succhiando mi ha detto di mettermi in ginocchio sul letto. Da dietro ho sentito il suo cazzo che allargava la passerina ed entrava. In quella posizione sentivo ancora di più la sua grossezza. Dopo avermi ben eccitata è uscito ha preso le mie mani e mi ha detto di allargarmi il culetto perché voleva adesso entrare lì. Io ho cercato di dissuaderlo, ma senza muovermi da come mi aveva messo lui. Utilizzò un tubetto di crema che aveva, infilando prima una poi due dita, allargandole a forbice. Poi bagnò bene nella passerina il suo cazzo, appoggio al buchino e spinse. Dentro di me pensavo che mi avrebbe fatto malissimo invece forse forte la mia incredibile eccitazione riuscì ad entrare. Sentii un dolore forte, quando superò lo sfintere, ma passò quasi subito lasciando il posto ad una sensazione indescrivibile. Sentivo il suo sacchetto sbattere sulla passerina, e il suo incredibile cazzo era sparito tutto nel mio culo, che seguitava a contrarsi, nella speranza di chiudersi. Mi ha inculato così per un tempo incredibile, adesso usciva ed entrava senza nessuno sforzo ne dolore da parte mia, che con la mano destra mi stavo masturbando selvaggiamente la passerina. Sono venuta così in ginocchio con 20 cm di cazzo nel culo e tre dita nella passerina, sono rimasta stordita senza fiato, non ho sentito neanche che lui era uscito. Mi ha sollevato il viso, si era ripulito l'uccello, che era sempre teso, duro e rosso mi ha detto che voleva godere, e voleva che lo facessi con la bocca. Si è messo in piedi davanti a me, io mi sono inginocchiata davanti a lui ed ho iniziato a succhiarlo, non riuscivo come lui mi chiedeva a prenderlo tutto in bocca, allora lui mi ha guadata sorridendo ha preso il mio reggiseno e mi ha legato le mani dietro la schiena mi ha preso per i capelli e mi ha scopata in bocca. Era bravo, affondava la sua cappella fino in gola, facendomi sentire una puttana nelle sue mani. Quando è venuto mi ha tenuto per i capelli voleva che ingoiassi tutto, cosa che ho fatto con grande piacere. Da allora non sono più passata da quella strada, ho troppa paura di rivederlo perché so che non potrei fare a meno di tornare a scopare con Lei.

Commenti

Post popolari in questo blog

Porno per lei: dove trovarlo?

Una storia eccitante