Come fare soldi con i porno casalinghi


Internet ha cambiato il modo di lavorare in svariati ambiti, modificando spesso e volentieri i rapporti tra le persone ed il loro modo di relazionarsi con la realtà. Di certo il sesso, e l'arte pornografica in generale, non potevano rimanere indifferenti a questa innovazione, soprattutto qualora gli strumenti adoperati consentissero l'anonimato e la privacy delle persone coinvolte. Ma come fare porno amatoriale per guadagno? La cosa non è impossibile, anzi è abbastanza facile da fare, ma bisogna stare attenti alla propria privacy, fare attenzione a chi ci rivolgiamo e farlo soprattutto in maniera responsabile.

Tutti coloro i quali siano nati prima del 1980 dovrebbero ricordare del business delle videocassette porno, con cui un po' tutti ci siamo divertiti sia (o forse soprattutto) da singoli che in coppia. In molti casi i porno anni 80 erano girati con una telecamera amatoriale da attori non professionisti: se siete capitati su questa pagina, in effetti, probabilmente ci avrete pensato anche voi, magari da girare in casa vostra da soli o con la vostra compagna (o compagno).

Per registrare i vostri video hot non dovrete fare altro che sfruttare una buona telecamera HD, e poi trovare ovviamente qualcuno disposto ad accompagnarvi in questa avventura, ovviamente che sia maggiorenne e conseziente.

Se desiderate seriamente provare a guadagnare con il porno casalingo, cioè provare a vendere i vostri video porno amatoriali, è ovviamente possibile farlo e potreste pensare di seguire una di queste strade.
  1. Fare spettacoli in webcam - Una delle più diffuse tendenze di questi anni è quella degli spettacoli in webcam, per cui basta procurarsi una webcam di buona qualità (su Amazon o Ebay ne trovate HD a prezzi stracciati, ormai) e registrarsi su uno dei tantissimi siti di camgirl o camboy; nonostante questi siti propongano spettacoli di singoli (ragazze da casa loro che si masturbano per voi, ad esempio), non è raro che gli show siano di coppie che fanno sesso davanti ad una webcam.
  2. Registrare un video amatoriale vostro e rivenderlo a qualche sito - Si tratta della strada certamente più redditizia ma è anche la più difficile da seguire: si tratta di registrare un vostro porno (ad esempio voi che scopate con un partner o vi fate masturbare) e poi di rivenderlo a siti web che non aspettano altro che il vostro video. Alcuni siti di riferimento sono manyvids.com Sellmyporn.co e jukinvideo.com/submissions (in inglese), ma c'è anche l'ottimo Giadacam tra i siti interamente in italiano, sul quale potrete sia vendere i vostri video che proporre i vostri show in webcam.
Ricordatevi dei seguenti suggerimenti per la vostra privacy:
  • non registratevi mai con email, numero di telefono o fornendo dati personali non strettamente necessari; create delle mail appositamente per questo, insomma;
  • se usate Skype registrate un account apposta con un nickname diverso da quello che usate abitualmente, per lavoro o per contattare i vostri amici;
  • se volete evitare di farvi riconoscere, potete sfruttare una delle mascherine che solitamente usano gli attori per nascondere la propria identità, oppure se siete da soli ricordatevi sempre di inquadrarvi fino al mento e non oltre.

Commenti

Post popolari in questo blog

Porno per lei: dove trovarlo?

Una storia eccitante

La prima volta in cui l'ho preso nel culo